L’Istituto

L’Istituto Comprensivo San Giovanni Bosco si propone di comporre i valori formativi con quelli impliciti della società attuale e della comunità locale in cui opera puntando all’unitarietà dell’apprendimento e del sapere. Esso costituisce un’importante opportunità per la formazione della personalità dell’alunno per:

  • Aiutarlo a sviluppare la propria personalità
  • Renderlo consapevole delle proprie attitudini
  • Educarlo a sviluppare rapporti corretti e solidali
  • Stimolarlo a valorizzare la propria sensibilità e intelligenza in una dimensione creativa

Il Comune di Mottola ha una popolazione di circa 17.000 abitanti dislocati all’interno del comune propriamente detto, così come nelle campagne limitrofe, caratterizzate da numerose contrade. Le scuole dello stato sono presenti in tutti gli ordini, sebbene nella fascia dell’educazione dell’infanzia ci siano numerose proposte da parte dei privati, pertanto, in età d’obbligo, l’unica agenzia formativa, oltre la famiglia, è la scuola. Sul territorio del comune insistono alcune organizzazioni, nella fattispecie onlus e cooperative, che offrono opportunità di sostegno e aiuto all’interno di una realtà sociale in evoluzione, dove la presenza degli stranieri ha visto impegnata l’istituzione scolastica in attività di prima accoglienza e di progettazione di percorsi educativi integrati.
Per questi motivi guardiamo al nostro Istituto come il luogo in cui può essere possibile realizzare un percorso di crescita che non si fermi alla scuola primaria, ma che possa continuare, all’interno di un processo verticale di formazione e sviluppo, con la scuola secondaria di primo grado, come percorso naturale, senza soluzione di continuità tra i tre e i tredici anni. Un percorso pluriennale in cui vanno potenziate (art.1, comma 7 – lett. da a ad s– L. 107/2015) tutte quelle discipline che concorrono, in modo decisivo, allo sviluppo di competenze che sono alla base dell’organizzazione spazio-temporale, dell’attenzione, della riflessione, dell’ascolto, della lettura del bello, dell’astrazione attraverso percorsi diversi da quelli tradizionalmente propri della società analogica che ancora caratterizza la nostra scuola.

Il Dirigente Scolastico, inquadrato nella dirigenza dello stato (Area V della Dirigenza), è (decreto legislativo n. 165/01, art.25) “responsabile della gestione delle risorse finanziarie e strumentali e dei risultati del servizio. Nel rispetto delle competenze degli organi collegiali scolastici, spettano al dirigente scolastico autonomi poteri di direzione, di coordinamento e di valorizzazione delle risorse umane. In particolare il Dirigente Scolastico organizza l’attività scolastica secondo criteri di efficienza e di efficacia ed è il titolare delle relazioni sindacali”. Il “Preside”, prima quasi primus inter pares, è stato trasformato in Dirigente Scolastico con l’autonomia scolastica concessa negli ultimi anni ha ricevuto maggiori responsabilità e soprattutto una veste nuova. Il Dirigente controlla le risorse finanziarie concesse dallo Stato alla scuola a lui affidata, e deve fare periodicamente resoconto del bilancio al Consiglio d’Istituto. È sua la firma sotto ogni circolare o documento emesso dalla scuola, e di conseguenza è anche sua la responsabilità su ciò che i documenti dicono. In sostanza, col tempo sta avendo sempre più le funzioni di un normale dirigente d’azienda. Ai Dirigenti Scolastici spetta lo svolgimento di numerosi e peculiari incarichi aggiuntivi tra i quali la presidenza delle commissioni giudicatrici degli esami di stato del primo e del secondo ciclo, la presidenza di commissioni di concorso a cattedre, la reggenza di ulteriori istituti scolastici, la direzione delle attività connesse all’educazione degli adulti e alla terza area degli istituti professionali, la direzione di corsi di formazione per il personale. Per i suddetti incarichi spettano al dirigente indennità aggiuntive, fatta eccezione per l’incarico di presidenza delle commissioni giudicatrici degli esami di stato del primo ciclo (ex esami di licenza media). Tale incarico, pur essendo obbligatorio e aggiuntivo, non comporta compensi né alcun rimborso spese.

Notizie recenti:

ISCRIZIONI A.S. 2019/2020

ISCRIZIONI PER L'A.S. 2019/2020 Le iscrizioni sono possibili dal 7 al 31 gennaio 2019, online per la Scuola Primaria e Scuola Secondaria di I Grado, anche in formato cartaceo per la Scuola Dell'Infanzia. Gli uffici di segreteria saranno a disposizione per eventuali...

leggi tutto

articolo test

  ACCESSO  Istituto Tecnico Aeronautico "Leonardo da vinci" pagina in allestimento Istituto Tecnico Aeronautico "Leonardo da Vinci" Ufficio Relazioni Pubblico Via delle Rose, 551  - 97100 RAGUSA Tel.: +39 0932 123456 Fax: +39 0932 654321 mail:...

leggi tutto

#Maturità 2018, on line le commissioni d’Esame

  ACCESSO  Istituto Tecnico Aeronautico "Leonardo da vinci"     Sono disponibili sul sito www.miur.gov.it le commissioni della #Maturità2018. L’elenco dei commissari è stato fornito ieri anche alle segreterie delle istituzioni scolastiche. Quest’anno, in...

leggi tutto

Al via Miur Radio Network, la web radio delle scuole

  ACCESSO  Istituto Tecnico Aeronautico "Leonardo da vinci"     Un progetto didattico innovativo per raccontare notizie, eventi, curiosità sul e dal mondo della scuola, in collaborazione con le migliori esperienze radiofoniche delle nostre istituzioni...

leggi tutto

Dove siamo

logoIstituto Comprensivo "San Giovanni Bosco"

Ufficio Relazioni Pubblico

Via Paganini, 1 - 74017 Mottola (TA)
Tel.: +39 099 8865108
Fax: +39 099 8868385
mail: TAIC86900E@istruzione.it
PEC: TAIC86900E@pec.istruzione.it
Codice meccanografico: TAIC86900E
Codice fiscale: 90241800730
Fatturazione elettronica: UFPX3K